Grazie, Jordi! Il grande Bernet ospite alla Mostra di Reggio Emilia

Jordi Bernet, il celebre disegnatore catalano, autore fra gli altri delle storie dello spietato Torpedo, della conturbante Chiara di notte e più recentemente di Jonah Hex, è stato graditissimo ospite d'onore della 53a Mostra Mercato del Fumetto di Reggio Emilia, il 6-7 dicembre. La sua arte era rappresentata degnamente da una mostra antologica di tavole originali in esposizione per la durata della kermesse reggiana, dal titolo Bernet, un hombre in blanco y negro.

Nato a Barcellona nel 1944, figlio d'arte, disegna fin dall'adolescenza; nonostante i molti progetti naufragati nel corso degli, non si perde mai d'animo, affina il suo stile, formatosi leggendo i famosi cartoonist che disegnavano sui grandi quotidiani americani; in particolare amava Noel Sickles (Scorchy Smith), Milton Caniff (Terry e i Pirati) e Frank Robbins (Johnny Hazard).

Il suo capolavoro, sceneggiato da Enrique Sanchez Abuli, con cui entrambi assurgono alla fama internazionale, è Torpedo, killer a pagamento di origini siciliane, che comincia a disegnare dal secondo episodio dopo l'abbandono della serie da parte di Alex Toth; divertentissime le sue tavole comico-erotiche con protagonista la spassosa e umanissima prostituta Chiara di notte. Nel 1996 realizza il Texone n.10 con Claudio Nizzi, L'uomo di Atlanta e nello stesso anno una breve storia di Batman per la DC. Nel 2007, collabora con Jimmy Palmiotti alla DC Comics alla rinascita di Jonah Hex, cacciatore di taglie orrendamente sfregiato.

Tantissimi sono stati i personaggi e le storie cui Bernet si è dedicato nella sua lunga carriera, ma sicuramente la crime story e il western sono i generi che preferisce e in cui eccelle il suo fulgido tratto in bianco e nero.

www.fumettologica.it/2014/03/jordi-bernet-inchiostro-nero-umore-nero-intervista/